Recensione: Calendar Girl di Audrey Carlan

sabato 25 marzo 2017

Recensione: Calendar Girl di Audrey Carlan 


Buongiorno cari lettori! Ebbene si, finalmente dopo mesi sono riuscita a leggere l'ormai famoso -purtroppo- Calendar Girl. 




 Titolo: Calendar Girl
Autore: Audrey Carlan
Casa editrice: 
Mondadori

Numero pagine: 330
Lingua: italiana
Da acquistare o no? dipende dai vostri gusti. 

Trama: 

Mi hanno chiesto di recitare il ruolo della fidanzata per 12 mesi. 
12 uomini inarrivabili, 12 città sorprendenti, 12 ambienti esclusivi, 12 guardaroba diversi. 
È l'unico modo che ho per guadagnare un milione di dollari e salvare la vita di mio padre. 
Un anno così forse è il sogno che ogni donna vorrebbe vivere.  Ma tu lo faresti?


 ATTENZIONE SPOILER!!!!!
La mia recensione: 

"ROMANTICO SEXY TRAVOLGENTE. L'EMOZIONE A CUI NON POTRAI PIÙ RINUNCIARE" .
C
on queste parole viene presentato il libro. Tra spot televisivi, pubblicità nei depliant, enormi manifesti in librerie, foto postate sui social... alla fine mi sono decisa pure io a leggere questo 'romanzo', se così si può chiamare. Devo ammettere che la trama mi ha colpito molto; l'idea tutto sommato è originale solo che non è sviluppata bene. Ma andiamo per gradi: generalmente sono restia a comprare libri che hanno un enorme successo sul web perché -almeno per me- si rivelano quasi sempre delle enormi delusioni. Questa volta mi sono detta: "Perché non rischiare? Mah si dai! Vediamo un po' di che parla magari piace anche a me..".  Mi spiace ma non è stato amore a prima vista.

La protagonista Mia, viene presentata come una povera sforunata in amore con un ragazzo peggio dell' altro (insomma dalla padella alla brace),in particolare a causa della sua ultima conquista -Blaine- suo padre è finito in coma e lei deve rimediare un bel po' di soldi per pagare i suoi debiti. Fatto sta che  sua zia le propone di lavorare per la "Esquisit Excort"(o come si scrive) insomma come recita la trama: "12 uomini da sogno, 12 città diverse, 12 guardaroba diversi..." eccetea eccetera eccetera.  Inizialmente mi è dispiaciuto per Mia, una ragazza fragile che non crede più nell'amore, poi ho iniziato ad odiarla. L'ho trovata poco coerente con se stessa e un po' infantile.

Il libro inizia con Mr. Gennaio ovvero il povero Wes uno sceneggiatore, nonché surfista strafigo ah, ricco ovviamente! Mia sostiene che non ci andrà mai a letto in quanto il suo lavoro è solo quella di accompagnatrice, i soldi le servono solo per pagare i debiti di suo padre, non le importa della somma extra che riceverà in caso andassero a letto insieme. Balle. Resiste, quanto? 5? forse 10 minuti?  Inutile dire che passerà il mese tra le sue lenzuola. Ma non finisce qui! Perché il povero e dolce innamorato Wes le propone di smettere di fare questo lavoro tanto ai debiti ci penserà lui, della serie: guadagno così tanto che non so dove buttare i soldi. il tutto dopo appena tre settimane che si conoscono. Ah, dimenticavo le lascia pure le chiavi di casa in caso voglia tornare. Mia pur essendo innamorata di Wes (mi domando come) rifiuta categoricamente il suo aiuto e gli propone di essere 'migliori amici di letto' in quanto non può stare senza lui. Altra enorme bugia. Ci penserà Mr. Febbraio, il suo francesino, a far cambiare idea alla nostra dolce protagonista.  Eh si, l'è bastato arrivare a Seattle e incontrare il famoso artista Francese Alec per mettere nel dimenticatoio il bel Wes. Inutile dire che il capitolo sarà solo una descrizione delle loro avventure tra le lenzuola. Nel terzo capitolo , quello di marzo,Mia mi ha ricordato una specie di '
crocerossina' chiamata a reggere la candela tra Tony e Hector una fantastica coppia gay che fa fatica a fare coming out. 

Ho trovato il primo capitolo carino, mi è piaciuto, pensavo che per i successivi mesi Mia avrebbe fatto di tutto per tornare da Wes, invece no, le mie speranze erano vane. Mi ha deluso molto il secondo capitolo e il terzo non mi ha detto nulla. 
Ho iniziato a leggere anche Aprile, ma le cose non sono migliorate, anzi.. 
Mia non fa altro che saltare da un letto all'altro, dice a Wes di non aspettarla  per questo anno, ma di rimanere in contatto. Nel frattempo lei si da alla pazza gioa con il suo francesino -che dice pure di amarla! e lei naturalmente sostiene di amarlo, mentre al povero Wes nulla. Lui le corre dietro e lei fa finta di nulla. Ah dimenticavo di dirvi che 'l'amore' -se così vogliamo chiamarlo- è un amore particolare che solo loro possono capire. In effetti io non ho capito.
Come se ciò non bastasse ho letto anche il capitolo dedicato al mese di maggio, alias Mr. sexy samoano di cui non ricordo il nome (tanto sono tutti uguali: sexy, virili, ricchi e qualsiasi altra cosa vi venga in mente), ma anche qui ennesima descrizione delle loro 'avventure' all'aperto, sulla spiaggia, nei bungalow... di tutto e di più. 
Mi rimane solo giugno per finire il secondo volume... Ma non so che aspettarmi... Ah si! Altre avventure con uomini prestigiosi tanto per cambiare. 

Penso che sia l'ennesimo libro che segue la scia di 50 sfumature, di After.. vi prego cambiate colore! Non se ne può più! 

L'unica cosa positiva è che il libro scorre veloce.

Voto: 💖💖

Ci tengo a precisare che questa è la mia opinione, non voglio influenzare nessuno. Magari a voi la storia è piaciuta: de gustibus non est disputandum!  

A presto,
S. 


 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS